Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Alessandria, 20 ottobre 2020
Torna alla versione grafica - home

Posta Elettronica Certificata (PEC)



Alessandria, 20 ottobre 2020
Ultimo aggiornamento: 27.01.2017



Registro Imprese



POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC)

Contenuto pagina

Come è noto, il 29 novembre 2011 è scaduto il termine triennale entro il quale tutte le società erano tenute, ai sensi dell' art. 16, comma 6, del DL 185/2008, a comunicare al Registro delle Imprese il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, vero e proprio domicilio elettronico da affiancare a quello fisico rappresentato dalla sede legale.

La formulazione dell'articolo succitato, quale risulta a seguito della conversione nella legge n. 35/2012 del decreto "semplificazioni" (DL 5/2012, art. 37) è ora la seguente: “L’ufficio del registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un’impresa costituita in forma societaria che non ha iscritto il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, in luogo dell’irrogazione della sanzione prevista dall’articolo 2630 del codice civile, sospende la domanda per tre mesi, in attesa che essa sia integrata con l’indirizzo di posta elettronica certificata.”

Al riguardo l'Ufficio del Registro delle Imprese di Alessandria informa che, in attuazione della disposizione normativa sopra riportata disporrà la sospensione di tutte le domande al Registro delle Imprese e le denunce al REA relative alle società che risulteranno non avere ancora assolto l'obbligo di comunicazione del proprio indirizzo di PEC, con l'esclusione delle seguenti fattispecie

 depositi di bilanci; 
 domande di cancellazione dal Registro delle Imprese;
 trasferimenti di quote di SRL;
 trasferimenti di azienda;
 adempimenti del curatore fallimentare;

In conformità al parere del Consiglio di Stato, diffuso dal Ministero dello Sviluppo Economico con propria Circolare n. 3660/C del 24/04/2013, l'Ufficio del Registro delle Imprese, decorsi inutilmente i tre mesi di sospensione, se la società non avrà nel frattempo provveduto a comunicare il proprio indirizzo PEC, procederà a respingere la domanda/denuncia presentata.

Tale adempimento dovrà essere effettuato esclusivamente con la compilazione di una pratica ComUnica senza costi aggiunti per le imprese in quanto esente da imposta di bollo e dal pagamento dei diritti di segreteria. 

Modalità di predisposizione dell’istanza: 

Utilizzando la modulistica Fedra plus: Modulo S2, forma atto C - data atto: la data di trasmissione della pratica telematica - riquadro 5 compilando il campo” e-mail certificata”. 

Utilizzando l’applicativo StarWeb : Comunicazione Unica Impresa – Variazione - Dati sede – Variazione delle PEC. 

Nella sezione guide è consultabile la Guida alla presentazione della pratica di Comunicazione Unica per la presentazione della PEC dove sono illustrste la varie modalità di inoltro della pratica.

 

N.B.:

Indirizzo del Ministero dello Sviluppo Economico in merito all'obbligatorietà della PEC univoca per l'impresa:

nota prot. n. 0077684 del 9/5/2014

 

Univocità indirizzo PEC

 

Non è più possibile iscrivere lo stesso indirizzo PEC su due distinte imprese. E' stato chiarito dal Ministero dello Sviluppo Economico con le Lettere Circolari n. 77684 del 09.05.2014 e n. 99508 del 23.05.2014.

Scarica il testo della Nota Informativa

 

 

Direttiva n. 2608 - INI PEC

 

Il Ministero dello Sviluppo Economico, d'intesa con il Ministero della Giustizia, in data 27/04/2015  ha emanato la Direttiva n. 2608 in materia di: “INI PEC”, efficace dal 14 luglio 2015.

Testo della Direttiva n. 2608

 

PEC: avviso preventivo avvio cancellazione massiva indirizzi pec irregolari

 

L’Ufficio del Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Alessandria in applicazione della normativa vigente in materia di caselle di Posta Elettronica Certificata (DL 185/2008 convertito in legge 2/2009 - DL 179/2012 convertito in legge 221/2012 – D. Lgs. 82/2005 – CAD Codice dell’Amministrazione Digitale) e della Direttiva congiunta Ministero dello Sviluppo Economico /Ministero della Giustizia del 27 aprile 2015 esecutiva dal 13 luglio 2016 avvierà nel prossimo mese di febbraio le procedure di cancellazione d’ufficio degli indirizzi di PEC c.d. “irregolari” di società ed imprese individuali iscritti nel Registro delle Imprese che da verifiche automatiche sono risultati non conformi alla normativa di settore.

 

Testo completo

 

 


default image


Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]